E-RIHS

e-rihs-logo

La rete estesa

La rete estesa prevede l’integrazione di CHNet con altre realtà di Enti Pubblici di Ricerca e Università con competenze complementari per quanto riguarda la Scienza e le Tecnologie applicate alla diagnostica dei Beni Culturali e agli interventi per la loro conservazione e salvaguardia.
Lo scopo e’ la creazione del nodo italiano dell’infrastruttura di ricerca europea E-RIHS (European Research Infrastructure for Heritage Science), entrata in roadmap ESFRI il 10 marzo 2016 (www.e-rihs.eu) sotto la guida del CNR, che punta alla creazione di un ERIC con sede in Italia.
Per aumentare la competitività dell’Italia nell’European Research Area nel settore Social Sciences and Humanities, e’ necessario armonizzare a livello nazionale le attività di ricerca tecnologica già esistenti a livello di eccellenza nazionale e internazionale in questo settore, sia nell’INFN che nei vari altri Enti e Università e favorire l’interazione con le PMI ottimizzando l’impiego delle risorse e migliorando la qualità dei prodotti, in termini scientifici, industriali, commerciali.

Nel marzo 2018 è stata firmata da CNR, INFN ed ENEA una Joint Research Unit per la costituzione del nodo italiano dell’infrastruttura, E-RIHS.it (www.e-rihs.it), a cui potranno in seguito aderire altri partner.

Le attività del nodo italiano sono al momento di due tipi:

Training Camps

E-RIHS.it organizza annualmente scuole di alta formazione sulla diagnostica per lo studio dei materiali dei Beni Culturali, rivolte a ricercatori e dottorandi nelle scienze applicate alla conservazione, ma anche a restauratori e conservatori.
Le scuole sono concepite come “Training Camp solving-oriented”, che hanno lo scopo di presentare e discutere problemi specifici relativi a reperti o opere d’arte messi a disposizione di volta in volta dalla Soprintendenza locale, e cercarne una soluzione tramite l’applicazione di strumentazione degli Enti di Ricerca coinvolti nel nodo. La partecipazione è riservata a 30 persone, selezionate tramite un bando, che vengono suddivise in piccoli gruppi il più possibile multidisciplinari. E’ previsto il pagamento di una fee a parziale copertura dei costi di vitto e alloggio; il resto delle spese è sostenuto dal MIUR.

 
 
CT_8

Siracusa 2016

Call per accesso a laboratori di E-RIHS.it

Tramite una call annuale, E-RIHS.it raccoglie e seleziona, sulla base della qualità scientifica, progetti di ricerca per lo studio di beni d’interesse storico, artistico e archeologico, mobili e immobili, basati su un approccio non invasivo in-situ completato, se necessario, da analisi micro-distruttive su campioni.
I proponenti dei progetti selezionati usufruiscono gratuitamente dell’accesso a strumentazioni mobili non-invasive (tecniche spettroscopiche puntuali, di imaging e di digitalizzazione) e dell’accesso remoto a metodi di indagine micro-distruttivi (datazioni, analisi cromatografiche ed analisi spettroscopiche in sezione stratigrafica, analisi paleogenetiche, ecc.).
I progetti sono selezionati sulla base dell’eccellenza scientifica da un panel di revisori esterni all’infrastruttura.
Il costo è sostenuto interamente dal MIUR.

 
 
CT_8

Misure Raman durante il Progetto MAC